Per prima cosa bisogna dire che non ci sono evidenze scientifiche per sostenere che gli animali possano rappresentare un rischio di trasmissione all’uomo del virus . La via principale di trasmissione è infatti il contagio interumano.
Lo scrive il Direttore Generale Sanità animale del Ministero della Salute che ha diffuso le Linee guida sulla gestione degli animali da compagnia in un nucleo familiare composto da una o più persone sospette di infezione o infette, poste in quarantena presso il loro domicilio.
Questo soprattutto con lo scopo d’impedire possibili congetture, pregiudizi e speculazioni che porterebbero ad una immotivata zoofobia e anche con l’obiettivo di prevenire fenomeni di abbandono degli animali d’affezione con conseguente aumento del randagismo.

Purtroppo però i nostri cani e gatti,anche se non giocano un ruolo nella diffusione del Covid-19, sono comunque suscettibili in misura minore all’infezione da SARS-CoV-2.
Le evidenze disponibili suggeriscono che l’esposizione degli animali a SARS-CoV-2 possa dare luogo a infezioni sia asintomatiche sia col manifestarsi della malattia.

Ci sono stati casi di due cani e un gatto ad Hong Kong completamente asintomatici mentre un gatto in belgio ha mostrato sintomi come vomito, diarrea, difficoltà respiratorie e tosse ma è andato incontro a un miglioramento spontaneo a partire dal nono giorno dall’esordio della malattia.
Invece il primo cane negli USA ad essere stato trovato positivo al SARS-CoV-2 ,Buddy il suo nome, è purtroppo morto l’11 luglio come riporta il National Geographic .Dopo la morte si è scoperto che Buddy probabilmente aveva un Linfoma e non è chiaro se il cancro lo ha reso più suscettibile a contrarre il , se il virus è responsabile dei sintomi avuti o se sia stata solo una coincidenza

COSA FARE CON IL VOSTRO CANE O GATTO SE AVETE IL COVID-19?

  • isolatevi da tutti compreso il vostro animale,e se possibile fatelo accudire da un’altra persona della famiglia
  • Se proprio dovete occuparvi voi stessi del vostro cane/gatto, indossate un amscherina e lavatevi le mani sia prima che dopo aver toccato il suo cibo e le sue cose
  • Evitate di accarezzare, giocare, baciare o essere leccato dal vostro cane e, se di solito lo fate, non dividete il vostro cibo ed il vostro letto con lui/lei.

Cosa fare se avete il covid-19 ed il vostro cane si ammala

Se avete il covid-19 ed il vostro cane si ammala, non portatelo personalmente dal veterinario ma contattatelo telefonicamente e lui/lei vi dirà cosa fare. Se risultasse positivo al test trattatelo come fareste con un membro della famiglia. Isolatelo in una stanza, tenetelo a casa e indossate guanti e mascherina quando interagite con lui.

NON mettete mascherine o coperture sul muso del vostro cane e non lavatelo con disinfettanti che potrebbero nuocere maggiormente alla sua salute.
Se dovesse ammalarsi siate comunque fiduciosi visto che sul ristretto numero di casi documentati la maggior parte non ha mostrato nessun sintomo e tra quei pochi che ne hanno avuti, sono stati sintomi molto leggeri e sono guariti facilmente

Spread the love

Di G. R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi